Un’Europa senza euro. Costi e benefici per famiglie e imprese nelle proposte di economisti e politici europei.

48 Posted by - 2 aprile 2014 - Eventi passati

a/simmetrie, in collaborazione con il Manifesto di Solidarietà Europea, ha organizzato il seminario internazionale Un’Europa senza euro. Costi e benefici per famiglie e imprese nelle proposte di economisti e politici europei, svoltosi il 12 aprile 2014 a Roma, presso l’Auditorium Antonianum in viale Manzoni 1. La giornata di studio è stata dedicata al confronto fra costi e benefici di potenziali riforme delle regole e delle istituzioni monetarie e fiscali europee, inclusa l’evoluzione verso un nuovo sistema monetario.

Indirizzi di saluto – Paolo Savona: “L’euro e la crisi europea”, e Kamil Kaminski

Prolusione – Panagiotis Grigoriou: “Il fantasma della Grecia”

Prolusione – Marcello Foa: “La crisi e i media: una tragedia greca”

Introduzione – Le implicazioni della crisi per la coesione economica e sociale dell’Eurozona

Presiede Giorgio La Malfa, intervengono Frits Bolkestein e Alberto Bagnai.

Prima sessione – La proposta del Manifesto di Solidarietà Europea

Presiede Christopher Granville, intervengono Stefan Kawalec, Hans-Olaf Henkel, Antoni Soy, Piergiorgio Gawronski.

Seconda sessione – La cooperazione franco-tedesca e il futuro dell’Eurozona

Presiede Christopher Granville, intervengono Brigitte Granville, Peter Oppenheimer, Jean-Pierre Vesperini, Giorgio La Malfa.

Terza sessione – Il piano B: opzioni strategiche per i paesi del Sud

Presiede Claudio Borghi Aquilini, intervengono Costas Lapavitsas, Alberto Bagnai, Riccardo Puglisi.

Tavola rotonda – Opportunità e sfide nel percorso di sviluppo dell’Eurozona

Presiede Mario Giordano, intervengono Stefano Fassina, Matteo Salvini, Guido Crosetto, Ugo Boghetta, Gianni Alemanno, Alessandro Lelli, Alberto Bagnai, Piergiorgio Gawronski.

Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+7Email this to someone

No comments